Blogla Mia Rubrica Personale

Oggi ho intenzione di eliminare dalla vostra testa la frase ' Questo capo sta bene solo alle magrissime ' e indurvi verso una nuova idea, che ogni capo è studiato per una tipoligia diversa di donna e magari un abito che può stare benissimo ad una donna più in carne non ha lo stesso effetto su una donna più magra. Qual è il segreto? Individuare in che forma si ripecchia il vostro corpo. Nel settore moda esistono diversi tipi di donna, la donna triangolo, o meglio conosciuta come la donna a pera, la donna clessidra, la donna triangolo invertito, la donna rettangolo e la donna diamante o mela. Ogni donna quindi ha un obiettivo nel suo abbigliamento, quello di accentuare i pregi e nascondere i difetti. Ma conosciamo al meglio queste figure per capire a quale apparteniamo.

Las mejores blusas para tu tipo de cuerpo

 

LA DONNA TRIANGOLO

 

La donna triangolo è caratterizzata da: seno piccolo, vita stretta e fianchi con circonferenza superiore alla circonferenza torace. L'obiettivo quindi è quello di risaltare il punto vita e di nasconere la differenza tra fianchi e torace creando del volume sul seno. A questo punto bisognerà puntare ad abiti e maglie stile anni 50, che segnano il punto vita e restano più morbidi sui fianchi. Per i pantaloni sono graditi quelli dritti, a palazzo, bootcut o a zampa di elefante. Per le gonne il mio consiglio è quello di eliminare le gonne a tubo che mettono in evidenza il fianco ( diffidate da commesse che vogliono vendermi modelli di abiti o gonne a tubo considerati 'snellenti' ).

LA DONNA CLESSIDRA

 

Questa tipologia di donna è caratterizzata per lo più da forme e punto vita snello, seno abbondante, punto vita stretto e fianchi in armonia con il seno quindi circa della stessa circonferenza. Anche per la donna a clessidra valgono le stesse regole della donna triangolo con la particolarità di mettere più in risalto il seno senza il bisogno di aggiungere volume. Anche qui abiti dalla vita stretta e morbidi sui fianchi, sono preferibili con scollature a 'v', meglio evitare le scollature quadrate. Anche per i pantaloni, gonne o maglie la regola è la stessa con qualche accorgimento in più per i pantaloni palazzo che sono adatti solo per le donne alte (o abbinati a tacchi alti.)

LA DONNA TRIANGOLO INVERTITO

 

La donna triangolo invertito ha il punto vita abbastanza regolare e il torace più ampio dei fianchi. L'obiettivo qui è esattamente il contrario della donna triangolo, quindi, dare volume alla parte inferiore e sgonfiare la parte superiore. Sono preferibili abiti a trapezio, con scolli diagonali, evitiamo assolutamente i scolli a barca o quadrati. Per i pantaloni anche qui troviamo i pantaloni palazzo ma anche skinny, short e tutti i modelli voluminosi sui fianchi. Anche per le gonne scegliamo sempre quelle più voluminose o con pinces. Per le maglie, si alle scollature a 'v' no a maglie che creano troppa attenzione su di esse, la parola chiave è 'sobrietà '.

LA DONNA RETTANGOLO

 

Ed eccoci alla figura che accomuna le più magre, non a caso viene chiamata anche la donna a grissino. L'obiettivo è creare volume ovunque tranne che nel punto vita, quindi stringiamo il punto vita con una cintina e prediligiamo tutti gli abiti voluminosi sopra e sotto, con grandi fantasie o drappeggiati. Si a ruches e volant. Per i pantaloni non c'è un modello che personalmente sconsiglierei ma, consiglio per i modelli di pantaloni molto stretti (esempio leggings) di creare volume con sciarpe e foualrd..come? trasformandoli in una cinta! Anche per le gonne, la donna rettangolo, ha molta libertà di scelta ma con l'unico accorgimento di evitare le gonne dritte. Per le maglie cerchiamo il volume ma non esageriamo con le scollature troppo rotonde che tendono ad appiattire il seno.

LA DONNA DIAMANTE

 

Questa figura rispecchia tutte le donne che tendono ad avere più volume nella zona del punto vita. Lo stile impero è a vostro favore, sia per le maglie sia per gli abiti, ma attenzione a non scegliere quelli che si accostano troppo ai fianchi. Per i pantaloni vi consiglio i pantaloni che avvolgano la vita e restino poi morbidi, quindi si ai pantaloni palazzo. Vi consiglierei di evitare troppe fantasie sulla stoffa dei vostri capi ma se non potete farne a meglio scegliete le fantasie micro con fondo scuro.

Questi sono piccoli segreti per conoscere il proprio corpo e prendere più confidenza con gli abiti adatti a noi, ma voglio anche farvi notare che dietro questi piccoli segreti si nasconde un grande studio che sarebbe impossibile spiegare in un solo post. Non conta solo la forma degli abiti per essere perfette ma anche gli accessori, le lunghezze, i colori, la dimensione delle borse e le scarpe, che ahimè cambiano di donna in donna. Oltre a queste accortezze bisogna anche valutare il colore del vostro incarnato, il colore dei vostri capelli, la vostra statura, la vostra taglia e la vostra conformazione o se (come capita spesso a molte donne) ci si ritrova ad appartenere a due tipologie di donna insieme (per la donna mediterranea molto spesso accada con la figura a clessidra e a pera). Ma non c'è da disperare.... per tutto questo c'è sempre una personal stylist pronta a studiarvi e consigliarvi.

 

 

Arianna Maddaloni

Cerca nel Sito